Centro velico estivo per ragazzi a partire da sei anni

Sono aperte le iscrizioni al Centro velico estivo! tra giugno e settembre possiamo accogliere bambini e ragazzi a partire da sei anni, in orario 8:30-16:30. Il programma prevede attività di risveglio muscolare la mattina, seguita da attività in mare, giochi, pranzo e relax sotto il tendone del nostro circolo. Il pranzo può essere portato da casa, in alternativa lo forniamo noi. Vieni a trovarci, o contattaci ai seguenti recapiti:

Enrico Maltinti (328-7195655), Michele Diana (345-6967458) oppure  scrivere a scuolavela@cvantignano.it

Scopri di più nella sezione scuola vela

 

Benedetta Danti – Istruttore FIV di III livello

Benedetta Danti, istruttrice FIV di 3° livello per la Federazione Italiana Vela (derive) e di primo livello (altura), si è formata presso il CVA e vanta un passato da regatante di alto livello in classe Optimist, 420 e 470, oltre a varie esperienze su barche di altura.

Ha insegnato dal 2004 al 2008 presso il CVA, e dopo un periodo trascorso come allenatrice della classe Optimist presso il CNL (2009-2017) è tornata presso il CVA a fine 2017.

E’ responsabile dei corsi Optimist (classe agonistica).

Simulatori di vela

Perché ogni tanto bisogna pur stare lontani dal mare, ma la voglia di vela resta….

SailX logo
SailX, un ottimo simulatore di regate. Prova a regatare, e valuta quanto ne sai!

 

 

Sailonline
E se ti senti portato per le regate oceaniche prova con Sailonline (ed il meteo vero!)

 

Carissimi soci, atleti e famiglie
Il Circolo Velico Antignano è lieto di invitarvi ad un aperitivo natalizio presso la sede del circolo il giorno 15 Dicembre alle ore 18.30.
L’occasione sarà gradita per scambiarsi gli Auguri di Natale.
Vi aspettiamo numerosi !
Il Presidente e il Consiglio Direttivo
... See MoreSee Less

Ringraziamo gli amici del Il Tirreno per l'articolo pubblicato su Livorno sport di oggi.
È tempo di ringraziamenti a tutta l'organizzazione. Un ringraziamento speciale agli atleti, alle loro famiglie , ai soci che si sono impegnati per tutti i quattro giorni in segreteria in assistenza in mare, sui gommoni, sulla barca giuria, ai fotografi, al marinaio e aiuto marinaio, ai posaboe, al prepare la merenda ,alle cene....
Il Presidente e il Consiglio direttivo sono soddisfatti di questo gruppo che si è creato ed è riuscito ad organizzare e dare ospitalità ai regatanti arrivati da tutta Italia.
Un grazie anche alla Misericordia di Antignano e al Comune di Livorno .
Pronti per le prossime avventure !!!!!
... See MoreSee Less

Ringraziamo gli amici del Il Tirreno per larticolo pubblicato su Livorno sport di oggi.
È tempo di ringraziamenti a tutta lorganizzazione. Un ringraziamento speciale agli atleti, alle loro famiglie , ai soci che si sono impegnati per tutti i quattro giorni in segreteria in assistenza in mare, sui gommoni, sulla barca giuria, ai fotografi, al marinaio e aiuto marinaio, ai posaboe, al prepare la merenda ,alle cene....
Il Presidente e il Consiglio direttivo sono soddisfatti di questo gruppo che si è creato ed è riuscito ad organizzare e dare ospitalità ai regatanti arrivati da tutta Italia.
Un grazie anche alla Misericordia di Antignano e al Comune di Livorno .
Pronti per le prossime avventure !!!!!

1 month ago

Circolo Velico Antignano

Con grande affetto ringraziamo la famiglia Arpesani che in occasione del Campionato Italiano Femminile e della November Race ha scelto il nostro circolo per creare il Trofeo Arpesani che in occasioni di questo e dei prossimi eventi sportivi assegnerà un riconoscimento in ricordo di Filippo.
In questa manifestazione i regatanti sono stati ospiti presso lo Chalet La Rotonda per un aperitivo di benvenuto, e durante la premiazione i concorrenti più giovani delle due regate hanno ricevuto dal fratello Camillo il 1° Trofeo Filippo Arpesani.
... See MoreSee Less

Con grande affetto ringraziamo la famiglia Arpesani che in occasione del Campionato Italiano Femminile e della November Race ha scelto il nostro circolo per creare il Trofeo Arpesani che in occasioni di questo e dei prossimi eventi sportivi assegnerà un riconoscimento in ricordo di Filippo.
In questa manifestazione i regatanti sono stati ospiti presso lo Chalet La Rotonda per un aperitivo di benvenuto, e durante la premiazione i concorrenti più giovani delle due regate hanno ricevuto dal fratello Camillo il 1° Trofeo Filippo Arpesani.Image attachmentImage attachment

 

Comment on Facebook

Orgogliosa di conoscere questa famiglia e di portare sempre con me Pippo nel cuore ❤️

I

♥️

♥️

❤️

💜💜💜💜

Filippo❤️

♥️

Vedo Federico. Hanno vinto?

💖

+ View more comments

1 month ago

Circolo Velico Antignano

Nei giorni 2-3-4 Novembre il Circolo Velico Antignano ha organizzato il Campionato Italiano Femminile classe 420 e la November Race 420 per gli uomini.

Le regate si sono svolte nello specchio acqueo antistante il porticciolo di Antignano e grazie alle condizioni meteo marine che hanno garantito nei tre giorni un vento di circa 10/15 nodi, gli equipaggi sono riusciti ad effettuare le 8 su 9 regate previste .

La manifestazione è stata organizzata ottimamente dal Circolo Velico Antignano con la professionalità dei dirigenti e dei soci collaboratori, grazie anche agli sponsor :

Welth Electronics, Fondazione Caponi, Conad Marilia , Easy Parts, Farmacia Moderna Antignano , Gottifredi Maffioli, Farmoteka Marilia, North Sails, Chalet della Rotonda, Bobble Bobble, MSC crociere, Grafostile.

Si laureano campionesse Italiane Frascari – Lanzetta del Centro Velico 3V .

Vincono La November Race Caldari – Caldari Circolo Velico Ravennate.

Complimenti all'equipaggio del Circolo Velico Antignano 3° Andrei- Dho , e agli altri equipaggi che si sono piazzati 6° Tognoni- Zancan ,7° Reginato- Miliardi, 16°Frangi -Ciaschi , e agli esordienti della classe i piccoli 19° Soriani -Manzini, 21° Santonocito - Castagnoli.

Hanno partecipato al Campionato Femminile anche le due ex Campionesse della Nazionale e ora istruttrici del Circolo velico Antignano Danti e Mori Ubaldini classificandosi settime, buoni risultati anche per i giovani equipaggi femminili del circolo :11°Sandonnini Maggini, 12° Nannici -Bardi, 29° le esordienti Whispeare e Tonarelli alla prima prova Nazionale.

Seguono le classifiche complete con la prospettiva di organizzare altre manifestazioni di questo livello. Alla Prossima!!!!!!!
... See MoreSee Less

 

Comment on Facebook

👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼🔝

Complimenti a tutti! E le under 17?

Complimenti

1 month ago

Circolo Velico Antignano

seconda giornata ... See MoreSee Less

 

Comment on Facebook

Super Bravo Raffaele!

Load more

Gita al museo di Casa Buonarroti

Il Direttivo del CVA è lieto di proporre ai soci ed ai loro familiari/amici un’opportunità praticamente “unica”. Domenica 16 luglio alle ore 17, sarà possibile visitare il museo di Casa Buonarroti a Firenze e la la mostra aperta solo fino a settembre, “Michelangelo e l’assedio di Firenze”, la mostra è incentrata sul nucleo di disegni di fortificazione appartenente a Casa Buonarroti e annovera opere di varia tipologia (dipinti, disegni, documenti, opere a stampa, armi, medaglie e monete) legate ai dieci mesi dell’assedio di Firenze repubblicana (ottobre 1529 – agosto 1530). Successivamente, dopo la visita al museo ed alla mostra, sarà possibile cenare al Circolo dei Canottieri al Ponte Vecchio.
Il museo di Casa Buonarroti, conosciuto in tutto il mondo, è stata la casa della famiglia Buonarroti; raccoglie moltissime opere del Buonarroti, compreso molte opere giovanili e documenti. Il museo sarà aperto solo per il CVA e, altra opportunità più unica che rara, ci sarà illustrato dal Dott. Alessandro Cecchi il Direttore.
Dopo la visita, ci sposteremo al Circolo dei Canottieri di Firenze dove sarà possibile cenare ammirando dalla riva dell’Arno, lo spettacolo del Ponte Vecchio al tramonto e, successivamente, illuminato.
Il Direttore del museo sarà nostro ospite e potrà soddisfare tutte le curiosità in merito al Buonarroti ed alle sue opere.
La Cena a buffet prevede:
Aperitivo
Antipasti
2 primi
Dolce
Caffè
Bevande
Il costo del tour sarà di euro 43 per i soci e loro conviventi, di euro 48 per amici e parenti i bambini fino a 10 anni compresi pagheranno euro 27
Sono aperte le iscrizioni che andranno fatte tramite il sito del CVA entrando nell’area dedicata all’iniziativa e compilando l’apposito modulo. Il pagamenti potranno essere fatti con bonifico bancario sul conto CVA (IBAN IT39H0503413905000000121517) con causale “prenotazione Buonarroti ed il nome del socio di riferimento.

ATTENZIONE: Il tour è a numero chiuso max 40 persone!! vi preghiamo di affrettarvi, le prenotazioni saranno aperte fino al completamento del numero. I bonifici dovranno essere fatti entro e non oltre il 10 di luglio.
Vi aspettiamo!!!
Il Direttivo CVA.

Benvenuta Chiara!

Il gruppo istruttori del CVA si arricchisce di un nuovo elemento. Dallo scorso settembre Chiara Mori Ubaldini, con un passato da regatante di alto livello, segue i giovanissimi della squadra Optimist collaborando con Michele.

Nata “velisticamente” parlando al circolo velico antignano, dopo un corso estivo scelto per gioco, da subito in coppia con la bravissima Federica Prunai in 420 conquista il titolo Italiano femminile nel 1990 e il posto fisso nella squadra federale partecipando a campionati mondiali ed europei fino al 1992, anno in cui le due veliste accettano il passaggio proposto dalla federazione alla classe olimpica 470. 
Qui cominciano le regate più importanti del circuito Eurolymp (coppa del mondo) e dopo un passaggio alla scuola napoletana con la timoniera Sara Gaudino, nel 1995, in coppia con Sara Pertusati, amica di una vita, e all’interno di una squadra targata tutta CVA, con Allenatore Chico Maltinti, e  formata da Chiarugi – Trumpy/ Del Rio- Del Rio, si aggiudica il 1° posto al campionato Italiano a squadre e 2 posto al Campionato Mondiale 420, ad un soffio dal titolo.
Nel 1996, ancora in equipaggio con Sara Pertusati su 470, sempre in giro per il mondo con la loro barca al seguito, conquista la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo e 1 posto al Campionato Italiano e 3 posto al Campionato Sud Americano ; infine, le due atlete partecipano a due campagne olimpiche  ma in entrambe le occasioni non riescono a conquistare il lasciapassare per i Giochi, classificandosi seconde, immediatamente alle spalle del duo olimpionico.
“La passione per il mare trasmessami dalla mia famiglia, le persone che ho incontrato in tutti gli anni di regate, gli allenatori che mi hanno seguita (Chico Maltini, Ciro Luongo e il gloriosissimo Valentin Mankin, per citarne alcuni)  mi hanno convinta ad accettare con lo stesso entusiasmo questa  sfida di insegnante con l’obbiettivo di diventare allenatrice, nel tentativo di trasmettere questo bellissimo sport che è la Vela a tutti i velisti del presente e, perché no, ai campioni del prossimo futuro”  dice Chiara sorridendo, prima di salutare con un bel “ciao a tutti, ci vediamo in mare!”
Benvenuta Chiara!
 
 

 

Chiara Mori Ubaldini – Istruttrice FIV di primo livello

Nata “velisticamente” parlando al circolo velico antignano, dopo un corso estivo scelto per gioco, da subito in coppia con la bravissima Federica Prunai in 420 conquista il titolo Italiano femminile nel 1990 e il posto fisso nella squadra federale partecipando a campionati mondiali ed europei fino al 1992, anno in cui le due veliste accettano il passaggio proposto dalla federazione alla classe olimpica 470. 
Qui cominciano le regate più importanti del circuito Eurolymp (coppa del mondo) e dopo un passaggio alla scuola napoletana con la timoniera Sara Gaudino, nel 1995, in coppia con Sara Pertusati, amica di una vita, e all’interno di una squadra targata tutta CVA, con Allenatore Chico Maltinti, e  formata da Chiarugi – Trumpy/ Del Rio- Del Rio, si aggiudica il 1° posto al campionato Italiano a squadre e 2 posto al Campionato Mondiale 420, ad un soffio dal titolo.
Nel 1996, ancora in equipaggio con Sara Pertusati su 470, sempre in giro per il mondo con la loro barca al seguito, conquista la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo e 1 posto al Campionato Italiano e 3 posto al Campionato Sud Americano ; infine, le due atlete partecipano a due campagne olimpiche  ma in entrambe le occasioni non riescono a conquistare il lasciapassare per i Giochi, classificandosi seconde, immediatamente alle spalle del duo olimpionico.
“La passione per il mare trasmessami dalla mia famiglia, le persone che ho incontrato in tutti gli anni di regate, gli allenatori che mi hanno seguita (Chico Maltini, Ciro Luongo e il gloriosissimo Valentin Mankin, per citarne alcuni)  mi hanno convinta ad accettare con lo stesso entusiasmo questa  sfida di insegnante con l’obbiettivo di diventare allenatrice, nel tentativo di trasmettere questo bellissimo sport che è la Vela a tutti i velisti del presente e, perché no, ai campioni del prossimo futuro”  dice Chiara sorridendo, prima di salutare con un bel “ciao a tutti, ci vediamo in mare!”